Arcipelago di Milos

milos-polyegos-sifnos-kimolos

Vacanze in barca a vela Grecia Arcipelago di Milos

LINK UTILI

Per qualsiasi altra informazione visitate una delle pagine qui sopra

Esiste un triangolo incantato che non è frutto di una fervida immaginazione ma pura realtà.  I suoi vertici emergono dalle profonde acque dell’Egeo sud-occidentale, uno è Milos e gli altri due sono Kimolos e Polyegos. Milos è considerata un paradiso fatto di mille colori che rendono le sue rocce straordinarie. Kimolos, chiamata “Argentiera” dai veneziani, deve probabilmente il suo nome alla parola Kimolia, che in greco vuol dire gesso. Ancora oggi si estrae una perlite molto chiara, quasi bianca che, alla luce del sole, fa brillare le sue spiagge. Polyegos, con i suoi scogli affioranti, i frastagliati faraglioni e le acque azzurre, rinnova sempre con impeto quel magnifico stupore che si prova ogni anno nel tornare a navigare fra le Cicladi. Nell’ arcipelago si rimane senza fiato al cospetto degli innumerevoli capolavori del creato che, quando si circumnavigano queste isole, riempiono di stupore i naviganti. I colori delle scogliere, la luce accecante e la limpidezza dell’aria fanno di queste isole un luogo unico al mondo. Ovunque, le cave di minerali allocromatici rossi, gialli, verdi, bianchi, blu e azzurro, danno la fantastica impressione di viaggiare all’interno di un trattato di geologia.

In questa spettacolare scenografia Aqualung proporrà alcune vacanze in barca a vela fra luglio e ottobre. Visita il calendario delle crociere e scegli il periodo a te più congeniale per vivere un’esperienza indimenticabile nel variopinto universo di Milos e i suoi satelliti. Quella che segue è la descrizione del viaggio che Greciaavela offre, in vari periodi, fra queste meraviglie.

La crociera di questa settimana sarà all’insegna dello “slow sailing”, lente veleggiate e brevi itinerari per assaporare fino in fondo tutte le “delizie” di uno straordinario menù di scenografie che ci stupirà per le innumerevoli sorprese custodite fra questo gruppo di isole. Adamas è il porto principale dell’isola dove è stata ritrovata la famosa statua  di Venere, gelosamente custodita nel museo del Louvre di Parigi. Qui ci ritroveremo la domenica pomeriggio per effettuare le operazioni d’imbarco. In serata ci sposteremo a Plaka, un paesino che con il suo Kastro domina dall’alto tutta l’isola. Passeggeremo in un intrico di vicoli e viuzze con piccoli laboratori di artigianato locale fino a incontrare la taverna “To Diporto” dove Kalliopi ci delizierà con la sua tradizionale cucina greca. Lunedì mattina usciremo dal grande golfo di Adamas per fare rotta verso sud lungo la costa occidentale dell’isola fino gettare l’ancora a ridosso dei faraglioni di Kleftiko. Senza dubbio la più strabiliante baia di Milos, raggiungibile solo via mare. Qui i colori candidi delle rocce di origine vulcanica disegnano un favoloso paesaggio immaginario e l’acqua celeste chiaro invita a lunghe e rigeneranti nuotate. Poche miglia più a est trascorreremo la notte alla fonda sotto le costellazioni dell’estate nella lunare Kalamos Bay sospesi su un mare di tranquillità. Martedì mattina, con una breve veleggiata di cinque miglia nautiche, approderemo a Polyegos per andare alla scoperta di incantevoli calette segrete come quella di Faros. La magica insenatura ci accoglierà nel suo prezioso forziere di rocce variopinte e inebrianti profumi di una macchia mediterranea incontaminata. Il culmine dello spettacolo sarà “scia-re” fra scogli acuminati e faraglioni policromatici, giochi di prestigio della natura, disseminati nella baia soprannominata dagli equipaggi di Aqualung “il giardino del mago”. La mattina seguente torneremo a navigare in mare aperto fino a raggiungere Sifnos. Sull’isola si dice che ci sia una chiesa per ogni giorno dell’anno e poi ovunque ulivi, mirto, salvia, ginepro e rosmarino. Dal porticciolo di Plati Yalos, con un breve tragitto in autobus, raggiungeremo Apollonia, un grazioso paese arroccato su tre colline che dominano la vista del castello a picco sul mare. Lasciate le coste di Sifnos faremo rotta su Kimolos per ancorare a poche bracciate dalla dorata spiaggia di Prasso, poi in serata daremo volta alle cime d’ormeggio nel piccolo porto di Psathi. Irrinunciabile da qui, dopo aver bevuto una limonata fresca al bar “Postali”, una passeggiata fino alla Chora ricca di scorci di una Grecia autentica. Il sabato, dopo aver fatto la tipica colazione greca con yogurt, frutta e miele, riprenderemo a navigare sul lato orientale dell’isola per ormeggiare nell’accogliente baia che ospita la lunga spiaggia di Aliki. Nel pomeriggio, sospinti dal Meltemi, faremo ritorno nella grande “bocca” di Milos per trascorrere la serata nella allegra cittadina-porto di Adamas.